Pagine

sabato 23 maggio 2009

Crescere in umanità


Nell'intimo di ogni persona è presente la coscienza morale che è un giudizio della ragione che, al momento opportuno, ingiunge all'uomo di compiere il bene ed evitare il male. Grazie ad essa la persona umana percepisce la qualità morale di un atto da compiere o già compiuto, permettendole di assumerne la responsabilità. Quando ascolta la coscienza morale, l'uomo prudente può sentire la voce di Dio che gli parla. Ovviamente la coscienza deve essere informata, educata, guidata alla scoperta della verità.
Cari ragazzi, non perdete l'occasione di informarvi, di chiedervi il perchè delle cose, di ascoltare persone autorevoli e sinceramente desiderose del vostro bene. Pregate anche! Se si vive nella falsità, nella menzogna e nella superficialità, il giudizio sulla bontà o meno di una certa azione si fa più difficile. La crescita in umanità è un cammino certo difficile e pieno di ostacoli, ma meraviglioso, proprio per il traguardo. Non credo che il vostro obiettivo sia una vita dis-umana. Abbiate allora il coraggio di "non conformarvi alla mentalità di questo tempo" (Rm 12,2), ma di impegnarvi per un mondo più giusto, più vero, meno dis-umano.
Perchè le riflessioni sulla coscienza che abbiamo fatto in questi giorni rimangano ancora per un po', ho inserito la tagcloud del brano della Gaudium et Spes (n. 16) analizzato in classe.