Pagine

giovedì 5 gennaio 2012

La compagnia di Dio dà forza

«E venne ad abitare in mezzo a noi». Dio pone la sua tenda in mezzo agli uomini, segno eloquente di un desiderio profondo: entrare in intimità con la storia di ciascuno. Perché «abitare» ha il sapore della ferialità, scandita da eventi di gioia, ma anche da circostanze che spesso non scegliamo e che portano fatica e sfiducia nel cuore. Il voler «abitare» di Dio rivela il suo sogno: che ogni uomo si possa sentire a casa con lui. La compagnia del Dio-con-noi rimetta in moto la nostra speranza.
Luca Sardella

Nessun commento:

Posta un commento