Pagine

lunedì 17 dicembre 2012

Le Beatitudini

Non è facile capire le Beatitudini pronunciate da Gesù. Sembrano astratte, impossibili, "roba" per donnette. Eppure...per Gesù sono una cosa seria, l'unica possibilità di felicità vera, autentica.
Come diceva don Tonino Bello (tratto da http://www.qumran2.net/ritagli/index.php?ritaglio=5393) :
"Alludono a quegli appagamenti di gioia completa che andiamo inseguendo da tutta una vita, senza essere riusciti mai ad afferrare per intero. Fanno riferimento a quel senso di benessere pieno di gioia totalizzante che esiste solo nei nostri sogni.(...) Non ci vuol molto a capire, insomma, che sotto queste sentenze veloci del discorso della montagna c'è qualcosa di grande. E che, di quel misterioso "regno dei cieli", la cosa più ovvia che si possa dire è che rappresenta il vertice della felicità. Sì, Gesù vuol dare una risposta all'istanza primordiale che ci assedia l'anima da sempre. Noi siamo fatti per essere felici. La gioia è la nostra vocazione. E' l'unico progetto, dai nettissimi contorni, che Dio ha disegnato per l'uomo. Una gioia raggiungibile, vera, non frutto di fabulazioni fantastiche, e neppure proiezione utopica del nostro decadentismo spirituale".
Per aiutarci a capire un po' di più il senso di quelle parole pronunciate da Gesù, vi propongo le Beatitudini dei giovani, che ho trovato qui.

Beato te che, povero in spirito, non ti affanni a consumare continuamente come tutti i ragazzi della tua età. 
Dio sarà la tua ricchezza.
Beato te che, soffrendo per il male che c’è nel mondo, ti lasci raggiungere dal dolore degli altri e aiuti chi è nel bisogno. 
Dio ti darà la sua consolazione. 
 Beato te che, avendo un cuore mite, al male rispondi con il bene e ti sforzi di amare tutti. 
Dio ti darà la comunione con lui. 
 Beato te che, avendo fame e sete di santità, non ti senti mai sazio di Dio e lo cerchi continuamente. Dio ti darà la pienezza della vita. 
 Beato te che sei misericordioso pronto a perdonare e a fare il primo passo. 
Dio sarà generoso nel perdonarti. 
 Beato te che hai un cuore sincero e trasparente incapace di doppiezza e falsità. 
Dio ti farà dono della sua presenza. 
 Beato te che diffondi la pace e costruisci un ambiente fraterno e solidale. 
Dio ti considererà a pieno titolo suo figlio. 
 Beato te che consideri la sofferenza come normale compagna di viaggio e non ti meravigli delle calunnie, fraintendimenti e persecuzioni. 
Dio è con te, ti proteggerà e ti difenderà sempre.

Ai colleghi propongo di dare un'occhiata nel sito della Sei, dove si trovano dei materiali sul tema molto interessanti. Cliccate qui.
Invito i miei alunni a rivedere alcuni post del passato:

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...