Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2013

Per chi dovrà affrontare l'esame di terza media

Immagine
Vi invito a dare un'occhiata al sito del maestro Roberto Sconocchini, perché scoprirete come simulare online la prova Invalsi di Italiano.
Cliccate sull'immagine per saperne di più ed allenarvi.


Dietro ai buchi neri la ricerca dello Spirito

Immagine
Per atto di fede crediamo allo Spirito che è in noi, ma non lo sentiamo, non lo vediamo e non lo tocchiamo come invece fu concesso a Tommaso di mettere le mani nelle piaghe di Cristo risorto. Albert Einstein diceva che «la scienza senza religione è zoppa e la religione senza scienza è cieca», tutto il contrario di quello che vorrebbero far credere gli scientisti di oggi che rifiutano l’altra bella frase di Einstein: «Chi non ammette l’insondabile Mistero non può essere un vero scienziato». Credo proprio che nel suo progredire la scienza diventi sempre più una grande luce umana per illuminare il discernimento dentro le problematiche della società moderna. Nella ricerca dello Spirito mi viene in mente una similitudine di ciò che fa l’astrofisica nella ricerca dei buchi neri nel nostro universo. I buchi neri sono quegli oggetti spaziali che vengono così chiamati perché la loro massa gravitazionale è talmente grande da riuscire a trattenere al suo interno qualsiasi radiazione, compresa …

Visita virtuale alla Cappella Sistina

Immagine
Sfido i miei alunni di seconda a ritrovare il dipinto del Perugino, che ci ha offerto un ottimo spunto per uno dei lavori di questo anno.
Vi invito ad una visita virtuale alla Cappella Sistina.
Vediamo chi di voi scopre per primo l'affresco in oggetto.
Cliccare sull'immagine.



Il sorriso di Giulia

Immagine
Perché la vita va vissuta in pienezza. Perché non conta il tempo che vivi ma la qualità di come lo vivi.
Vivere in pienezza la vita, perché possa essere un segno di speranza. Per tutti.
Troppe volte sprechiamo la vita, accecati da falsi idoli, incapaci di vedere cosa conta veramente.
La storia di Giulia ci interroga sul tempo che abbiamo e su come lo viviamo.
Dal libro di Giulia Gabrieli "Un gancio in mezzo al cielo":
«Sogno di scrivere un libro per raccontare una storia. La mia storia. Perché anch’io, prima, avevo paura. Avevo paura della malattia, avevo il terrore dell’ospedale. Finché non ci metti piede non sai niente di come si vive dentro. Non pensavo proprio che potessero esistere così tante persone che soffrono, così tanti bambini che stanno male e che sono costretti a curarsi. Io credevo che i tumori fossero una cosa molto rara, invece adesso sono molto frequenti, purtroppo.
Sogno di scrivere un libro perché ci sono molte persone che sfidano la vita – per esempio q…

Nei miei panni

Immagine
Un videogioco segnalato nel blog di Luca Fabbri che fa molto riflettere.
Si tratta di mettersi nei panni di un immigrato e vedere se riusciamo a superare la fine del mese con il budget che abbiamo a disposizione. Ho provato a giocare e non ce l'ho fatta: ho finito i miei soldi in pochissimo tempo e non per averli spesi in cose di cui potevo fare a meno.
Molte volte noi la facciamo facile e sputiamo sentenze contro i lavoratori stranieri.
Il fatto che anche per molti italiani, oggi, la situazione non sia facile, non deve spingerci a vedere negli stranieri dei nemici.
Il tempo che stiamo attraversando è difficile, ma non dobbiamo dimenticare a cosa ci ha portato, in anni passati, la caccia alle streghe o agli untori. La persecuzione degli ebrei, ricordate?, trovò terreno fertile in una Germania inginocchiata dalla crisi economica.
Dobbiamo riscoprire la solidarietà se vogliamo rimanere immuni dai virus del razzismo e dell'intolleranza.
Forse questo gioco può aiutarci a essere men…

Sulla Chiesa Ortodossa

Immagine
Ancora informazioni sulla Chiesa Ortodossa, tratte dalla video enciclopedia online OVO.

Scienza e Fede per una cultura rispettosa dell'uomo

Immagine
«Nella grande impresa umana di cercare di dischiudere i misteri dell’uomo e dell’universo, sono convinto del bisogno urgente di dialogo costante e di cooperazione tra i mondi della scienza e della fede per edificare una cultura di rispetto per l’uomo, per la dignità e la libertà umana, per il futuro della nostra famiglia umana e per lo sviluppo sostenibile a lungo termine del nostro pianeta.
Senza questa necessaria interazione, le grandi questioni dell’umanità lasciano l’ambito della ragione e della verità e sono abbandonate all’irrazionale, al mito o all’indifferenza, a grande detrimento dell’umanità stessa, della pace nel mondo e del nostro destino ultimo
».

Benedetto XVI alla Pontificia Accademia delle Scienze (8 novembre 2012)

Chiesa e dialogo

Una webquest su Chiesa e dialogo ecumenico e interreligioso.

Educare è ...

Immagine

Atti degli apostoli animati

Immagine
Da Ufotto Leprotto di Umberto Follini gli Atti degli Apostoli animati.
Cliccare sull'immagine.







Una piaga aperta

Immagine
«La tratta degli esseri umani richie­de una risposta forte, fondata sulla assistenza e la protezione delle vit­time, l’applicazione rigorosa delle norme della giustizia penale, insie­me a una regolamentazione delle politiche migratorie e del mercato del lavoro», sostiene Yury Fedotov, vicesegretario generale dell’Onu e direttore esecutivo dell’Undoc, l’a­genzia contro la criminalità e il traf­fico di droga. L’allarme è confermato dal 'Rap­porto Globale sulla tratta delle per­sone 2012', recentemente ultima­to dall’Ufficio Onu di Vienna. Il dos­sier indica una riduzione comples­siva dell’età media delle vittime, re­gistrando un aumento del traffico di minori, finalizzato al lavoro forza­to e alle più bieche forme di sfrut­tamento, come l’accattonaggio e l’imprigionamento nei locali per pedofili. Due terzi di tutti i mino­renni schiavizzati sono bambine avviate allo sfruttamento sessuale. La stragrande maggioranza delle persone rivendute dai moderni ne­grieri sono donne, che ra…

La libertà

E se la libertà consistesse nella possibilità di rendere il mondo migliore? Non è detto che fare quello che ci piace migliori la nostra vita e quella degli altri. Anzi. Il più delle volte il dare sfogo ai nostri istinti genera mostri, lascia macerie intorno a noi e dentro di noi.
La "verità vi farà liberi" (Giovanni 8,31-42) ha detto Gesù. Cosa intenedeva dire?
Forse che la libertà non è il fare quello che si vuole, ma il volere ciò che è vero con la propria intelligenza, volontà, capacità di decidere?
Quante volte agiamo più per convenienza che secondo la verità che conosciamo? Quante volte preferiamo le "scorciatoie" piuttosto che le soluzioni più difficili ma che sentiamo giuste e vere? Quante volte ancora preferiamo l'opinione della maggioranza piuttosto che interrogarci sul bene e sul male? Per non parlare delle molte volte in cui preferiamo non farci domande e agire così, come viene.
Sant'Agostino dopo una vita assai dissoluta ha dovuto faticare molto…

Il pane della libertà (Pesach)

Immagine
Continuiamo il nostro "viaggio" alla scoperta dell'ebraismo, entrando in una casa romana in occasione del Seder di Pesach. La famiglia è intorno alla tavola in festa per leggere e celebrare il racconto dell’uscita degli ebrei dall’Egitto, con canti e cibi simbolici. Un rito che, di generazione in generazione, celebra la libertà e rafforza l’identità del popolo ebraico.
Cliccare sull'immagine.

Ecumenismo: dialogo per l'unità

Immagine
La storia del cristianesimo è popolata di grandi testimonianze di fede ma anche di fratture. Molto profonda quella che si consumò nel XVI secolo portando alla Riforma protestante.
Anche se le sue radici andrebbero ricercate nei secoli precedenti, comunemente la sua data di nascita viene fatta coincidere con la pubblicazione sulla porta della Cattedrale di Wittemberg in Germania, delle cosiddette 95 tesi da parte di Martin Lutero. Con quel gesto l’allora monaco agostiniano intendeva contestare la pratica delle indulgenze e in generale l’opera della Chiesa, rifiutando di fatto l’autorità della sede di Roma, del Papa.
Dalla sua ribellione sarebbero nate diverse comunità ecclesiali, legate alla Riforma ma tra loro differenti. Oltre alla Chiesa luterana, vi si riconoscono ad esempio quelle Riformate legate soprattutto all’insegnamento di Calvino mentre in Italia la più numerosa è la Chiesa evangelica valdese, dal nome del suo ispiratore Pietro Valdo.
Le differenze tra protestanti e cattol…

Cristiani, le differenze di una stessa fede

Immagine
Per i credenti, Pasqua, cioè la festa della Risurrezione del Signore è la festa più importante dell’anno. Non tutti i cristiani però la celebrano lo stesso giorno. Accade per un problema di calcoli matematici, e astronomici. I cattolici seguono infatti il calendario gregoriano, una parte del mondo ortodosso quello giuliano. Così quest’anno la Pasqua, fissata nella prima domenica che segue il plenilunio dopo l’equinozio di primavera, è stata festeggiata questa domenica dai cattolici e il 5 maggio lo sarà dagli ortodossi. La data delle festività non è tuttavia l’unica differenza che separa chi crede in Gesù. Come si sa infatti i cristiani sono divisi tra loro in tre grandi famiglie: cattolici, ortodossi e protestanti, cui va aggiunta la Comunione anglicana. La rottura più antica risale all’XI secolo, al 1054 per la precisione, quando si consumò la separazione tra il patriarcato di Roma e quello di Costantinopoli. Alla base rivalità, vicende politiche, ragioni culturali e teologiche, …

Entriamo in una sinagoga

Immagine
All'interno della sinagoga di Napoli.

I libri della Bibbia

Immagine
Imparare i nomi della Bibbia in inglese? Perché no?
Vi propongo tre simpatici video.

Tutta la Bibbia
 L'Antico Testamento
Il Nuovo Testamento

L'inferno, dove non c'è l'amore

Immagine
Per parlare dell’inferno, Gesù si è fermato a osservare la valle scavata dal fiume Hinnon a sud di Gerusalemme, che nei periodi di siccità diventa luogo per i rifiuti.
Oggi parleremmo d’immondezzaio o di inceneritori più o meno ecologici. E dalla Geenna ha tratto spunti per raccontare alcune parabole che annunciano non soltanto l’esito positivo, ma anche quello infausto dell’esistenza umana.
Inferno è non rendersi conto che davanti alla propria porta c’è un povero in attesa di essere soccorso, come Lazzaro; è giudicare senza misericordia l’altro; è serrare il proprio cuore alla riconciliazione con il prossimo; è seminare zizzania in un campo di grano; è non mettere a frutto i talenti ricevuti; è vendere la propria vita per il potere e per la propria gloria.
Sapere che esiste l’inferno è conoscere un luogo dove non è possibile edificare, piantare, dove il fetore impedisce di respirare. In quel luogo Dio non entra poiché significherebbe che è connivente con il male, che il bene non è di…