Pagine

giovedì 11 settembre 2014

Il vero dialogo

«Io non posso dialogare se sono chiuso all’altro. Apertura? Di più: acco­glienza!
Vieni a casa mia, tu, nel mio cuore. Il mio cuore ti accoglie. Vuo­le ascoltarti.
Questa capacità di em­patia ci rende capaci di un vero dia­logo umano, nel quale parole, idee e domande scaturiscono da un’e­sperienza di fraternità e di umanità condivisa.
Se vogliamo andare al fondamento teologico di questo, an­diamo al Padre: ci ha creato tutti. Siamo figli dello stesso Padre.
Que­sta capacità di empatia conduce a un genuino incontro – dobbiamo andare verso questa cultura dell’in­contro – in cui il cuore parla al cuo­re. Siamo arricchiti dalla sapienza dell’altro e diventiamo aperti a per­correre insieme il cammino di una più profonda conoscenza, amicizia e solidarietà. "Ma, fratello Papa, noi facciamo questo, ma forse non con­vertiamo nessuno o pochi...".
In­tanto tu fai questo: con la tua iden­tità, ascolta l’altro».
papa Francesco durante l’incontro con i vescovi dell’Asia presso il San­tuario di Haemi, da Avvenire del 18 agosto

Nessun commento:

Posta un commento