Pagine

lunedì 24 maggio 2010

Ognuno ha la sua croce....

Quante volte ci sarà capitato di sentire questa espressione: "E' proprio vero, ognuno ha la sua croce", per indicare che in fondo siamo nati per soffrire e che, chi più, chi meno, abbiamo tutti i nostri grattacapi.
La croce è quindi vista come qualcosa di scomodo, qualcosa da cui liberarsi. Eppure, come ha detto il Papa al termine della Via Crucis del Venerdì Santo, l'amore di Dio sulla Croce è l'unica forza capace di cambiare il mondo, di trasformare la morte in vita, il tradimento in amicizia, l'odio in amore.
Qualche giorno fa mi è arrivata per e-mail questa storia a vignette. Ve la propongo, come ulteriore invito a riflettere sul mistero della croce.



Nessun commento:

Posta un commento