Pagine

venerdì 19 novembre 2010

Dio e l'uomo nei racconti della creazione in Genesi

I ragazzi di terza mi hanno chiesto, per prepararsi meglio alla prossima verifica, di riassumere nel blog quanto abbiamo scoperto sul racconto della creazione che troviamo in Genesi.
Per prima cosa, la creazione non vuole descriverci "come" essa è avvenuta; non c'è nessuna intenzione storica o scientifica. Così come non è possibile pensare alla creazione in Genesi 1 come a un racconto mitologico. Infatti è un inno liturgico, una lode a Dio creatore.Vi ricordate il ripetersi di certe espressioni? le dieci volte in cui compare la frase "Dio Disse", che ci ha riportato alla concezione sacerdotale della creazione come atto di liberazione? 
Quale è l' idea su Dio che ritroviamo in questo racconto?
  • Dio è "in principio", è prima di tutto
  • Tutto quello che vediamo è opera di Dio e non Dio
  • Tutte le cose create sono buone
Quale idea possiamo invece ricavare sull'uomo?
  • l'uomo e la donna sono creati a "immagine di Dio"
  • l'essere umano è chiamato a dominare le cose
  • l'uomo (nel senso di umanità) è chiamato a entrare in relazione con Dio, non è il suo schiavo, ma è libero
Nel pensiero biblico attraverso Dio l'uomo è in grado di chiarire a se stesso chi è veramente e l'idea che ne emerge è piena di ottimismo, pur nel sano realismo. L'uomo non è servo (come abbiamo visto in alcuni miti), la sua vita non è all'insegna del fato, il suo compito non è compiacere agli dei.
Spero che questo riassunto vi sia di aiuto. Non mi resta che augurarvi buon lavoro.

Nessun commento:

Posta un commento