Pagine

martedì 24 gennaio 2012

Fissare paletti

Leggo che il 53% dei ra­gazzi tra gli 11 e i 13 anni e il 78% de­gli adolescenti fino a 18 anni ha as­sunto alcolici almeno una volta nel­la vita e, mentre la percentuale di bevitori abituali è bassa tra i ragaz­zi delle scuole medie (l’1%), è più e­levata tra gli studenti delle superio­ri: il 3,5% nella fascia di età 14-16, e oltre il 7% di quelli che hanno com­piuto 16 anni. Anche fumare e acquistare sigaret­te sono comportamenti abbastan­za frequenti: quasi 3 ragazzi su 10 alle scuole medie e 6 su 10 alle su­periori hanno fumato almeno una volta in vita loro e il 29% tra i 14 e i 18 anni si definisce fumatore abi­tuale.
I ragazzi trasgrediscono anche nei videogames: sebbene in Italia non e­sistano norme in materia, ma solo una serie di raccomandazioni da se­guire, 4 ragazzi su 10 delle medie e 5 su 10 delle superiori dichiarano di aver giocato a videogiochi non a­datti a loro, e molti ammettono an­che di aver partecipato a giochi che prevedono vincite in denaro. Infine, dati preoccupanti riguardano anche l’ac­cesso alla pornografia: il 7,9% nelle medie e il 14,7 nelle superiori risul­ta aver visto materiale a luci rosse.
Sono consapevole che più si vieta una cosa più venga voglia di farla, ma le situazioni descritte chiamano in causa noi adulti che, molte volte, rinunciamo a "fissare i paletti", perchè ci costa fatica dare regole e soprattutto controllarne il rispetto. Eppure i giovani hanno bisogno di qualcuno che con chiarezza e senza tono accusatorio li aiuti a capire ciò che è giusto fare della loro vita. Come un treno in corsa deraglia se va fuori dai binari, così i ragazzi hanno bisogno di una strada tracciata, di regole chiare e punizioni giuste. Credo che solo così li rassicuriamo sull'amore che nutriamo per loro.

Nessun commento:

Posta un commento