Pagine

martedì 29 settembre 2009

Cercate la felicità, ma attenti ai paradisi artificiali

Così ha detto papa Benedetto XVI ai giovani cecoslovacchi, incontrati durante il viaggio compiuto in questi giorni nella Repubblica Ceca.
Ho pensato allora a voi, ragazzi di terza media, che state affrontando il discorso sulla felicità. Vi riporto alcune delle sue parole:
"Cari amici, non è difficile constatare che in ogni giovane c'è un'aspirazione alla felicità, talvolta mescolata ad un senso di inquietitudine; un'aspirazione che spesso però l'attuale società dei consumi sfrutta in modo falso ed alienante. Occorre invece valutare seriamente l'anelito alla felicità che esige una risposta vera ed esaustiva. Nella vostra età infatti si compiono le prime grandi scelte, capaci di orientare la vita verso il bene o verso il male. Purtroppo non sono pochi i vostri coetanei che si lasciano attrarre da illusori miraggi di paradisi artificiali per trovarsi poi in una triste solitudine, Ci sono però anche tanti ragazzi e ragazze che vogliono trasformare la dottrina nell'azione per dare un senso pieno alla loro vita. Vi invito tutti a guardare all'esperienza di sant'Agostino, il quale diceva che il cuore di ogni persona è inquieto fino a quando non trova ciò che veramente cerca. Ed egli scoprì che solo Gesù Cristo era la risposta soddisfacente al desiderio, suo e di ogni uomo, di una vita felice, piena di significato e di valore.".

Nessun commento:

Posta un commento