Pagine

domenica 10 marzo 2013

Aiuta gli altri: il cuore ci guadagna

Sono dell'avviso che il bene faccia bene non solo a chi lo riceve, ma anche a chi lo fa. La nostra umanità può svilupparsi in modo giusto  solo nelle relazioni autentiche, che sono quelle che ci fanno crescere nel bene.
Non siamo umani quando facciamo il male, anzi. Più simili a bestie che a esseri umani, quando agiamo nel disprezzo della vita altrui.
Leggete anche voi cosa ho trovato in  Popotus del 28 febbraio 2013.

Fare del bene agli altri fa bene alla salute, soprattutto a quella del cuore. Anche in giovane età: lo spiegano i ricercatori dell’Università della Columbia Britannica, in Canada. Nel loro studio, pubblicato sulla rivista “Jama Pediatrics”, i ricercatori hanno indagato sull’effetto del volontariato sulla salute fisica degli adolescenti. «È stato incoraggiante notare come un intervento sociale a sostegno di membri della comunità abbia anche migliorato la salute degli adolescenti», ha detto Hannah Schreier, fra gli autori dello studio. I ricercatori hanno diviso dieci studenti provenienti da una scuola superiore di Vancouver (si legge vancùver ed è un’importante città del Canada occidentale) in due gruppi: uno ha fatto volontariato regolarmente per dieci settimane e l’altro è stato messo in attesa.
Il gruppo di volontari ha trascorso un’ora alla settimana di lavoro con i bambini delle scuole elementari per un programmi di doposcuola nel loro quartiere. Dopo dieci settimane, questi ragazzi erano più snelli e avevano meno infiammazioni e meno colesterolo rispetto agli studenti rimasti in attesa. «I volontari più attivi e altruisti sono stati anche quelli che hanno visto i maggiori miglioramenti di salute, soprattutto al cuore», ha concluso la Schreier. Infatti sovrappeso e colesterolo sono tra i principali nemici del nostro cuore.

Nessun commento:

Posta un commento