Pagine

sabato 2 gennaio 2010


Tra i messaggi che mi sono arrivati nei giorni delle feste appena concluse ce n'è uno che contiene un racconto di Gabriel García Márquez.
Vi propongo il brano, perchè ritengo che contenga una profonda verità e vale la pena rifletterci.

L’uomo e il mondo

Uno scienziato che viveva preoccupato per i problemi del mondo, era determinato a trovare i modi per risolverli. Passava i giorni nel suo laboratorio cercando le risposte ai suoi dubbi.
Un certo giorno, suo figlio di sette anni invase il suo santuario deciso ad aiutarlo nel suo lavoro. Lo scienziato, nervoso per l’interruzione, chiese al bambino di giocare da un’altra parte. Ma vedendo che era impossibile mandarlo via, pensò a qualcosa che potesse distogliere la sua attenzione.A un certo punto trovò una rivista, dove c’era una mappa del mondo: giusto quel che ci voleva.Con delle forbici ritagliò la mappa in piccoli pezzi e la diede al figlio con un rotolo di nastro adesivo dicendo:"Dato che ti piacciono i rompicapi, ti sto dando il mondo tutto rotto perché lo ripari senza l’aiuto di nessuno".
Dopodichè calcolò che il piccolo ci avrebbe messo dieci giorni per ricomporre la mappa, ma non fu così.
Passate alcune ore, udì la voce del bambino che lo chiamava con calma: "Papà, papà, l’ho già fatto tutto, l’ho finito!".
Dapprima il padre non credette al bambino. Pensò che era impossibile che alla sua età fosse riuscito a ricomporre una mappa che mai aveva visto prima.
Diffidente,lo scienziato alzò lo sguardo dai suoi scarabocchi con la certezza di trovare un lavoro degno di un bambino, ma con sua sorpresa la mappa era completa. Tutti i pezzi erano stati messi al loro posto. Com’era possibile? Come ne era stato capace il bambino?
Allora il padre domandò con sorpresa a suo figlio:"Figliolo, tu non sapevi com’era il mondo, come hai fatto?".
"Papà– rispose il bambino – io non sapevo com’era il mondo, ma quando tu hai tolto la mappa della rivista per ritagliarla, ho visto che dall’altra parte c’era la figura di un uomo. Allora ho girato i ritagli e ho cominciato a ricomporre l’uomo, che quello sì, sapevo com’era fatto…
Quando sono riuscito a sistemare l’uomo, ho girato la pagina e ho visto che avevo anche sistemato il mondo".

1 commento:

  1. Bellissimo....grazie per averlo publicato inutile dire che metto il link nel mio blog!
    Buon anno a che sia speciale per tutti!

    RispondiElimina