Pagine

mercoledì 9 febbraio 2011

Offesa o critica?

A volte scambiamo il diritto di critica con la pretesa di offendere l'altro rimanendo impuniti.
Tra critica e insulto c'è un abisso, cari ragazzi!
Leggete cosa dice Gandhi, e converrete con me che il più delle volte è meglio tacere.
 "Acquistiamo il diritto di criticare severamente una persona solo quando siamo riusciti a convincerla del nostro affetto e della lealtà del nostro giudizio, e quando siamo sicuri di non rimanere assolutamente irritati se il nostro giudizio non viene accettato o rispettato.
In altre parole, per poter criticare, si dovrebbe avere un'amorevole capacità, una chiara intuizione e un'assoluta tolleranza".
Meditiamo gente, meditiamo!

Nessun commento:

Posta un commento