Pagine

giovedì 24 febbraio 2011

Superare le differenze

Spesso a scuola abbiamo parlato dell'importanza della condivisione. Non siamo fatti per vivere soli, ma è vero anche che non è facile vivere con gli altri.
Anche allo Sportello di Ascolto, i ragazzi e le ragazze che ricevo, il più delle volte si lamentano dell'atteggiamento di alcuni compagni, della difficoltà che incontrano nelle relazioni, delle amicizie tradite, delle incomprensioni. Le differenze pesano, perchè ci accorgiamo che non tutti la pensano come noi, che gli atteggiamenti degli altri spesso ci sono incomprensibili, come difficili da capire certe risposte o certe reazioni.
"Prof non sopporto più X"; "Prof, ma perchè Y reagisce così? in fondo, che gli ho fatto di male?"; "Prof, ma perchè Z ce l'ha sempre con me?"; "Prof, in classe sento di non essere accettato perchè sono straniero". Vi ci ritrovate? E' capitato anche a voi di sentire la fatica dello stare insieme?
Eppure non sono le differenze a rendere difficile la convivenza.
Vi lascio una frase di una scrittrice contemporanea, la francese Anna Gavalda:

"Ciò che impedisce alle persone di vivere insieme è la loro stupidità, non le loro differenze".

Non è che anche noi, a volte, ci facciamo prendere dalla stupidità e, per stupidità, finiamo per rendere difficile la vita agli altri?
Pensiamoci!

Nessun commento:

Posta un commento