Pagine

giovedì 16 luglio 2009

Se vuoi rendere il mondo un posto migliore guarda a te stesso e fai un cambiamento

In questi giorni lo abbiamo visto più volte alla televisione.
Sto parlando di
Michael Jackson, che come tutti voi sapete è morto improvvisamente a 50 anni.
Quand'ero più giovane era uno dei cantanti che preferivo. Confesso che, con l'andare del tempo, non mi piacevano quelle trasformazioni a cui andava sottoponendo il suo corpo e tutte quelle stranezze che gli si attribuivano. A parte tutto, a lui dobbiamo delle belle canzoni, tra cui vorrei sottolineare questa:
“Man in the mirror”. Il testo è significativo e ve lo propongo nella lingua originale e nella traduzione.
Concludo questo intervento lasciandovi un video che si è ispirato a questa canzone. Alcune immagini sono forti, ma ce ne sono anche diverse, piene di speranza. Hanno per tema principalmente l'Africa.
Anche i potenti della Terra, riuniti al G8, hanno riconosciuto la necessità di aiuti concreti ed efficaci a questo continente. Il Papa stesso ha richiamato più volte la necessità di rimuovere le condizioni che non permettono una vita dignitosa alle popolazioni africane.

Come dice la canzone, il mondo potrà cambiare solo se saremo noi disposti a cambiare.

As I, turn up the collar on
my favorite winter coat
This wind is blowing my mind
I see the kids in the streets,
with not enought to eat
Who am I to be blind?
Pretending not to see their needs
A summer disregard,
a broken bottle top
And a one man soul
They follow each other on the wind ya’ know
‘Cause they got nowhere to go
That’s why I want you to know

I’m starting with the man in the mirror
I’m asking him to change his ways
And no message could have been any clearer
If you wanna make the world a better place
Take a look at yourself, and then make a change

(traduzione)

Come al solito alzo il colletto del
mio cappotto preferito
questo vento soffia la mia mente
Vedo i ragazzi nella strada
senza cibo a sufficienza
chi sono io per essere cieco?
faccio finta di non vedere
i loro bisogni
Una noncuranza estiva
In cima una bottiglia rotta
e un’altra anima di un uomo
Loro s’inseguono nel vento lo sai
perchè non hanno un posto dove andare
è per questo che io voglio che tu sappia

Che inizierò con l’uomo nello specchio
gli ho chiesto di cambiare la sua strada
e nessun messaggio può essere
più chiaro
se tu vuoi rendere il mondo
un posto migliore
guarda a te stesso e fai un cambiamento