Pagine

mercoledì 8 luglio 2009

La Bibbia più antica del mondo è online

Ottocento pagine del Codex Sinaiticus, il manoscritto considerato la Bibbia più antica esistente, sono state ricostruite e messe online. Sono consultabili dal sito www.codexsinaiticus.org .
Il Codice è una Bibbia manoscritta del 350 d.C. che contiene la prima versione del Nuovo Testamento e l'Antico Testamento in greco. E' largo 33,5 centimetri e alto 37,5.
Per vari secoli il Codex è rimasto nel Monastero di Santa Caterina, sul Monte Sinai.
Questo testo, scritto in greco, nel XIX secolo venne diviso, per cui oggi i testi dell'Antico e del Nuovo Testamento sono ripartiti tra quel monastero, la Biblioteca Britannica, dove si trova la parte più consistente, la Biblioteca dell'Università di Lipsia e la Biblioteca Nazionale di Russia a San Pietroburgo.
Fino a poco tempo fa la consultazione di documenti antichi era impensabile, se non impossibile, quando si trattava di manoscritti di grande valore artistico e letterario. Il web rende invece possibile tutto ciò. Ben venga allora la rete, quando permette la condivisione di conoscenza.
Attenti invece quando manipola le coscienze, diffonde cattive informazioni, pesca nel torbido.