Pagine

lunedì 21 dicembre 2009

Il mondo è stato creato per tutti

A Copenaghen si è concluso il vertice sul clima, con risultati, a giudizio di  alcuni, inferiori alle aspettative. I Paesi del mondo comunque si sono incontrati e "scontrati" sulla questione climatica, che non è che un altro aspetto di uno stesso problema, cioè la mancanza di giustizia, che divide il mondo tra ricchi e poveri, tra chi ha troppo e chi ha troppo poco.
Tra le mie cose ho ritrovato un testo di sant'Ambrogio (IV secolo) e ve lo propongo per la riflessione:

"Il mondo è stato creato per tutti: per i ricchi e per i poveri.
La natura non fa distinzioni perchè ci genera tutti poveri...
O ricco, davanti alla porta della tua casa grida chi non ha vesti per ricoprirsi e tu lo disprezzi, implora l'ignudo e tu invece ti chiedi con quali marmi puoi ricoprire i tuoi pavimenti. Il povero ti chiede un po' di denaro e non l'ottiene: ti domanda un pezzo di pane, e il tuo cavallo è trattato meglio di lui...
Non sai quanto sei povero, o ricco, quanto misero ti mostri tu che ti dici ricco. Quanto più hai, tanto più desideri. Benché tu abbia accumulato immense ricchezze, ti manca sempre qualcosa...".

Se non abbiamo la volontà di cambiare questo stato di cose, se non abbiamo più il sogno di un mondo migliore, beh....qualcosa che non va in noi ci deve proprio essere. Forse ci facciamo sfuggire l'essenziale, presi come siamo dal vortice dell'avere, dalla paura del dover rinunciare alle comodità e al superfluo.
Ci stiamo avvicinando al Natale e il Bambino Gesù che nasce ci invita a collaborare con Lui per un pezzetto di giustizia in più, ogni giorno e per tutti i giorni. Il mondo è per tutti e di tutti; è l'egoismo a renderlo così poco accogliente.

Nessun commento:

Posta un commento