Pagine

mercoledì 14 novembre 2012

Il viaggio come metafora della vita

«È metafora dell’infinito andare ver­so: verso se stesso, verso gli altri, verso la vita. Sempre alla ricerca di un approdo, di un luogo in cui fare esperienza della bellezza di vivere. E l’incontro con 'ogni al­tro' comporta un viaggiare, un andare, un cambiare. E questo o­gni uomo lo sa. E come il viaggio ci porta lontano per farci essere più vicini, la relazione con l’altro ci porta lontano, ad uscire da noi stessi per farci essere più vicini».
(monsignor Mario Lusek, diretto­re dell’Ufficio Cei per la pastora­le del tempo libero, turismo e sport)

 

Nessun commento:

Posta un commento