Pagine

venerdì 20 novembre 2009

Giornata mondiale dei Diritti dei Bambini

Il 20 novembre 1989 è una data di grande importanza per i bambini di tutto il mondo: quel giorno l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) ha approvato, dopo vari anni di lavoro, la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia.
In realtà una carta dei diritti dei bambini non è cosa nuova: nel 1924 la Società delle Nazioni aveva diramato una «Dichiarazione dei Diritti del Fanciullo»; poi, nel 1942 usciva a Londra una «Carta dell’Infanzia»; nel dopoguerra, l’Unione internazionale per la protezione dell’infanzia pubblicava una sua «Dichiarazione dei diritti» (1948) e, infine, l’ONU promulgava il 20 novembre 1959 la «Dichiarazione dei diritti del fanciullo», articolata in dieci «principi», la quale ha costituito l’immediato precedente dell’attuale Convenzione, non a caso approvata esattamente trent’anni dopo.
"Dici: è faticoso frequentare i bambini.
Hai ragione.
Aggiungi: perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, scendere, piegarsi, farsi piccoli.
Ti sbagli.
Non è questo l'aspetto più faticoso.
E' piuttosto il fatto di essere costretti ad elevarsi, fino all'altezza dei loro sentimenti.
Di stiracchiarsi, allungarsi, sollevarsi sulle punte dei piedi.
Per non ferirli"
di Janusz Korczac

Nessun commento:

Posta un commento